La pandemia svuota i laboratori? All’istituto “Fermi”, i chimici hanno fatto il sapone

Sapone del Fermi

C’è la pandemia che costringe il Governo a chiudere le scuole? Niente paura. All’istituto “Enrico Fermi” di Licata i laboratori vengono utilizzati dagli assistenti tecnici di chimica per fare il sapone.

Ad annunciarlo, su Facebook, è stata la stessa scuola diretta dalla preside Amelia Porrello.

“Nei giorni in cui la pandemia ha imposto alla popolazione scolastica – scrive la scuola – di fare lezione a distanza, gli assistenti tecnici di chimica del “Fermi”, sezione di via Campobello, si sono ritrovati con i laboratori vuoti ma con tutto l’occorrente necessario per poter sperimentare la chimica. Fra le varie sperimentazioni in cui si sono cimentati, quella che ha avuto maggiore successo è stata la “Saponificazione”. Utilizzando un semplice e comune grasso vegetale, l’olio extravergine d’oliva e la soda caustica (idrossido di sodio NaOH), è stato ottenuto un “sapone” (sale di sodio ) e la glicerina, sostanza benefica per la pelle, derivata da un alcool, il glicerolo. Grasso + soda caustica → Glicerina + Sapone”.

“L’esperienza – aggiunge la scuola – non si è fermata alla sola condizione laboratoriale e quindi solo alla curiosità e alla sperimentazione. È, infatti, sopraggiunto l’estro con la creazione di diverse “saponette” variamente colorate e aromatizzate con essenze naturali. Dopo la stagionatura di 40 giorni, le saponette sono state etichettate con il nome dell’istituto, la composizione del prodotto, e poi messe a disposizione del personale scolastico”.

(Foto IIS “E. Fermi Licata FB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*