“Integrare i migranti nel tessuto sociale”, il Comune coinvolge le scuole superiori

Il municipio di Licata

Si chiama “L’integrazione dei migranti nel tessuto sociale”, il concorso varato dall’amministrazione comunale di Licata per sensibilizzare gli studenti all’accoglienza.

“Per meglio lanciare l’iniziativa, la delegata alla pubblica istruzione, accompagnata dal responsabile dell’Ufficio Europa, Carmelo Occhipinti, si è recata – scrive il Comune – presso gli uffici di presidenza degli istituti di istruzione superiore, dove è stata ricevuta dai dirigenti scolastici, per presentare il concorso che il Comune ha bandito quale titolare del progetto “Siproimi” in collaborazione con il soggetto attuatore, cioè la Cooperativa “Sole”.

“Fin dal 2014 – è il commento dell’assessore Violetta Callea – la nostra città è titolare del progetto “Siproimi”, teso all’accoglienza integrata dei migranti, progetto che, nel corso degli anni,  ha sviluppato attraverso vari percorsi formativi, lavorativi, laboratori artistici ed integrazione nel tessuto sociale. Per questo motivo, per il secondo anno consecutivo, abbiamo voluto organizzare, nel rispetto delle indicazioni date da detto progetto, un concorso intitolato “L’integrazione dei migranti nel tessuto sociale”, con l’obiettivo di  alimentare negli studenti, il rispetto e la conoscenza dell’altro, avviando un percorso di riflessione sulla ricchezza che l’incontro e il dialogo interculturale sviluppano  allo scopo di favorire l’integrazione nel tessuto sociale. Il concorso è aperto a classi di studenti delle scuole superiori e medie inferiori, coordinate da un proprio insegnate di riferimento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*