“Impedì che Licata venisse colpita dal terremoto del 1693”, il 10 gennaio la festa di Sant’Angelo

La vara di Sant'Angelo

Inizia, di fatto, il 10 gennaio l’anno giubilare dedicato all’ottavo centenario della morte di Sant’Angelo, patrono di Licata.

Dal 10 al 12 gennaio prossimi, infatti, come ogni anno, Licata celebra il frate carmelitano “per lo scampato pericolo del terremoto del 1693 che colpì la Val di Noto e parte della Sicilia orientale, risparmiando Licata”.

Alle 18.30 del 10 gennaio, nel santuario dedicato al santo, ci sarà l’intronizzazione della sacra reliquia, alla presenza di Padre Roberto Toni O Carm., il carmelitano priore provinciale della provincia italiana dei carmelitani e predicatore del triduo.

Il giorno successivo la preghiera di affidamento alla città e la venerazione della sacra reliquia. Il 21 gennaio la riposizione dell’urna che contiene le spoglie mortali di Sant’Angelo nella cappella.  

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*