Il vescovo Damiano alla comunità licatese: “Ascoltate la voce di Dio, rifuggite il male”

Il vescovo Damiano

Monsignor Alessandro Damiano, arcivescovo coadiutore della diocesi di Agrigento, stamani è stato a Licata per ribadire quanto, insieme al cardinale Francesco Montenegro, ha scritto in una lettera indirizzata alla comunità licatese dopo i fatti dei giorni scorsi, quando si appreso di violenze e torture ad alcuni disabili.

La lettera, oggi, è stata letta durante la messa in tutte le chiese di Licata.

“Questi abusi – sono le parole di monsignor Damiano – purtroppo sono presenti, e non solo a Licata. Nei tg nazionali di qualche giorno fa, per esempio, abbiamo ascoltato di violenze nei confronti di anziani consumate in delle case di riposo. La lettera, che abbiamo inviato insieme a monsignor Montenegro, vuole essere un appello alla comunità religiosa e, più in generale, a tutta la città di Licata. E’ un richiamo alla coscienza, allo spazio che il buon Dio ha dentro di noi. Uno spazio che a volte non abitiamo”.

“Ascoltiamo – ha concluso il vescovo – la voce di Dio, che ci invita a fare il bene ed a rifuggire il male”.

Monsignor Damiano, accolto dal parroco Tommaso Pace e da alcuni altri sacerdoti, ha presieduto la celebrazione religiosa nella chiesa del Carmine.  

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*