Il Licata sfida in trasferta la forte Cittanovese, salterà il match per squalifica capitan Maltese

Licata Calcio

di William Vitali

 

Allo “Stadio Comunale Santa Maria” di Cittanova il Licata fa visita ai padroni di casa della Cittanovese, nella diciannovesima giornata del girone I di Serie D.

Un match che promette spettacolo, come accaduto all’andata, quando i gialloblù, due volte sotto, riuscirono a rimontare grazie alla rete dal dischetto, nei minuti finali, di Cannavò.

In quell’occasione davanti alle Aquile c’era un avversario ancora in fase di rodaggio, presente nelle zone basse della graduatoria, lontana parente della squadra che, oggi, si è avvicinata alla zona playoff e ha l’occasione di ridurre a un punto il distacco dal Licata.

L’ultimo turno di campionato non ha sorriso ne alle Aquile, che hanno gettato la chance negli ultimi secondi di vincere col Messina, e nemmeno alla Cittanovese, la quale ha visto interrompere la serie di cinque vittorie consecutive prima della sosta a Biancavilla dove è incappata in un pesante ko.

Un ulteriore stimolo per rifarsi subito per entrambe e riprendere la marcia verso i propri obiettivi.

Non sarà del match Maltese, squalificato dal giudice sportivo, che ha privato il Licata del suo capitano per la sfida ad uno dei bomber più in palla del momento, Tripicchio, autore di una magnifica rete al “Dino Liotta” quattro mesi fa.

Arbitro della sfida il signor Pistarelli di Fermo.

Inizia il periodo della verità per i gialloblù, chiamati a due trasferte nel giro di una settimana su due dei campi più difficili del campionato, che potranno dire dove può arrivare il Licata da qui a fine stagione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*