Il giovanissimo Greco e Cannavò sono gli “eroi” di oggi: per il Licata sei punti in due gare

Licata Castrovillari

di William Vitali

Successo in rimonta per il Licata che batte 2-1 al “Dino Liotta” il Castrovillari grazie alle reti nella ripresa di Greco e Cannavò dal dischetto, che ribaltano l’iniziale vantaggio ospite siglato da De Caro, in una gara in bilico fino agli ultimi minuti.

Cracco e Favino

Ad inizio match regna l’equilibrio con le due squadre piuttosto conservative e attente a non esporsi agli attacchi avversari. Il primo a provare a rompere il ghiaccio è Catalano con una punizione da posizione defilata che sorvola la traversa. 

Al 33′ Bonanno la mette in mezzo da calcio piazzato per la girata di sinistro in area di De Caro che batte Moschella e porta avanti il Castrovillari. 

A fine primo tempo grande chance per il raddoppio degli ospiti con la conclusione di Ielo che, da posizione decentrata, si stampa sul palo esterno.

Nella ripresa prova a cambiare marcia la squadra di Campanella che al 60′ trova il pareggio dopo un’azione convulsa in area in cui Cannavò serve Greco che insacca a porta vuota.

Al 68′ sul cross al bacio di Treppiedi Cannavò stacca di testa da pochi passi, ma sciupa clamorosamente la rete del vantaggio.

Il bomber gialloblù si rifà poco più tardi, al 74′, quando, atterrato in area, si procura il calcio di rigore che lui stesso trasforma dagli undici metri spiazzando Palermo.

Finale all’arrembaggio per la formazione calabrese che però non riesce a creare ulteriori affanni a Moschella, merito di una difesa gialloblù coriacea, a protezione della vittoria finale.

Dopo una prima frazione opaca, i gialloblù hanno saputo tirare l’orgoglio strappando tre punti fondamentali in chiave classifica che mantengono il Licata al quinto posto.

Nel prossimo turno altra sfida interna contro il Marina di Ragusa per centrare il tris di vittorie consecutive.

Formazioni:

Licata (3-5-1-1): Moschella; Maltese, Guarino, Cappello; Mazzamuto, Greco, Civilleri, Treppiedi, Indelicato (dal 40′ Iezzi); Catalano (dall’80’ Brunetti); Cannavò (dall’84’ De Luca). All. Campanella.

Castrovillari: Palermo; Mileto, De Caro, Cinquegrana; Capua (dal 90′ Principi), Camilleri (dal 64′ Di Battista), Pietrangeli, Ielo (dal 92′ Anzillotta), M. Greco (dall’81 Ciriachi); Bonanno (dal 71′ Corado), Fernandez. All. Franceschini.

Ammoniti: Ielo, Cappello, Corado, Fernandez, Cannavò.

Calci d’angolo: 2-4.

Arbitro: Pirriatore di Bologna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*