Ha perso il figlio per un’overdose, Carlotta Mattiello agli studenti: “State lontani dalla droga”

Carlotta Mattiello al Geometra

Organizzato dagli studenti, con l’ok della preside Amelia Porrello, nella palestra dell’istituto “Fermi” si è tenuto un confronto tra i ragazzi che frequentano la scuola e Carlotta Mattiello, madre di Vittorio Andrei, giovane cantante scomparso tre anni fa a causa di un’overdose provocata da un mix di droghe.

“La signora Mattiello, dopo la scomparsa del figlio, ha deciso di raccontare la sua tragica storia familiare – si legge in una nota – per mettere in guardia i giovani dalle dipendenze da sostanze stupefacenti e non rendere vano il “sacrificio” del figlio”.

“Vittorio era un ragazzo sensibile e talentuoso, ma a causa della perdita del padre all’età di 15 anni, portava con sé – si legge ancora – un dolore insanabile, che non è riuscito ad affrontare soltanto con le sue forze. Le parole della madre hanno esortato i giovani ad accettare la vita con i suoi alti e bassi, con le sue difficoltà e di farlo sempre con la lucidità di una mente “pulita”, priva degli effetti che le droghe provocano. Gli studenti e le studentesse hanno ascoltato le sue parole con attenzione e alla fine le hanno espresso come meglio potevano la loro gratitudine”.

“Un incontro – si conclude il documento – difficile, che ha affrontato senza mezzi termini una piaga, purtroppo, largamente diffusa tra i giovani ma che sicuramente ha lasciato un segno indelebile su ognuno di loro”.

(Foto Cettina Callea)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*