Gli incidenti di Canicattì – Licata, Daspo di un anno anche per un tifoso del club biancorosso

Il questore di Agrigento Maurizio Auriemma

Condividi

Due giorni fa il questore di Agrigento, Maurizio Auriemma, aveva firmato il Daspo per un anno nei confronti di Marco Civilleri, calciatore del Licata, accusato di avere colpito con un pugno un giocatore della squadra avversaria in occasione del match Canicattì – Licata disputato domenica scorsa. Per lo stesso gesto l’atleta è stato squalificato, sempre per un anno, dal giudice sportivo.

Leggi anche: Daspo del questore per Marco Civilleri, inoltre squalificato per un anno dal giudice sportivo

Ora il Daspo è stato applicato anche nei confronti di un sostenitore del Canicattì, C.F. Anche in questo caso, così come per Civilleri, il tifoso non potrà entrare negli stadi di calcio per un anno intero.

“C.F. – scrive la questura motivando il provvedimento – unitamente ad altri soggetti rimasti all’interno della tribuna centrale, allorquando i componenti della squadra e della dirigenza della squadra di calcio del Licata, si accingevano ad uscire dallo stadio, inveiva contro gli stessi con insulti e gesti volgari, ed in particolare, il C.F. lanciava all’interno del rettangolo di gioco, in direzione degli astanti, una bottiglia piena di acqua che, per fortuna non colpiva nessuno”.

(Nella foto il questore di Agrigento Maurizio Auriemma) 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*