Gli amministratori di Licata un tempo erano senatori, ecco il decreto di re Ferdinando III

Il decreto del re Ferdinando III

Adesso chi amministra la nostra città sono il sindaco, gli assessori ed i consiglieri comunali, ma ci fu un tempo, non troppo lontano, in cui i Giurati (amministratori) potevano fregiarsi del titolo di senatori. Titolo che ai Giurati venne concesso da Ferdinando III, re di Sicilia, il 10 luglio del 1806.

A ricordarlo è il Fondo Librario Antico, costola della biblioteca comunale “Luigi Vitali” di Licata, che si conferma scrigno di tesori, con riguardo alla storia della nostra città.

Sulla pagina Facebook del Fondo Librario Antico è stato pubblicato ieri sera il decreto con il quale il re Ferdinando III concede il titolo di senato, e l’onore della toga ai senatori, ala città di Licata. Il documento “scoperto” tra i volumi del Fondo Librario Antico è una copia del dispositivo, controfirmato dal consigliere di stato Francesco Seratti.

Ecco il contenuto: “…Nel General Parlamento celebrato, e conchiuso(sic) in questa Capitale sotto i nostri auspicj Reali il dì 10: luglio 1806 fu da Noi graziosamente accordato alla Città di Licata il titolo di Senato, ed à(sic) Senatori di detta Città il'(sic) onore – scrive il Fondo Antico citando il documento – della Toga colle solite condizioni, chele(sic) spese Ed il mantenimento non vadano a carico della Povera gente, e si…” “…paghino i diritti stabiliti per simili grazie”. E alla fine “…Dato in Palermo nel nostro Sacro Real Palazzo lì quattordici ottobre Mille=ottocento (lo scrivano ha dimenticato l’anno: sei) del nostro Regno XLVII”.

(Foto Fondo Librario Antico FB) 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*