Giubileo di Sant’Angelo, attesi 10.000 pellegrini: appello degli Stati Generali del Turismo ai B&B

La processione di Sant'Angelo

Ben 10.000 pellegrini (secondo una prima stima) sono attesi a Licata per il Giubileo di Sant’Angelo, evento organizzato dall’Ordine Carmelitano in occasione degli 800 anni del martirio del frate carmelitano, patrono di Licata.

Il Giubileo inizierà il prossimo 5 maggio e durerà fino alla stessa data del 2021.

Sull’importante manifestazione sono intervenuti oggi gli Stati Generali del Turismo, annunciando di avere raccolto l’invito dei Carmelitani a collaborare all’organizzazione. Dagli Stati Generali del Turismo arriva un appello alle strutture ricettive di Licata.

“L’Ordine Carmelitano – si legge in un comunicato stampa degli Stati Generali del Turismo – ci ha chiesto di collaborare all’organizzazione e noi, sulla scorta dell’esperienza acquisita in quasi due anni di attività, abbiamo dato ampia disponibilità. Domenica scorsa abbiamo incontrato la postulatrice Giovanna Brixi, che è a capo dell’organizzazione del Giubileo, ed abbiamo concordato una serie di azioni da porre in essere in tempi brevi. Dai colloqui è emerso – si legge ancora nella nota -che sarebbe auspicabile invogliare il flusso di turisti individuali (non organizzati in grandi gruppi), a prenotare direttamente le strutture ricettive, e per questo nella pagina web dell’evento sarà inserito un elenco di strutture con contatti o link ai siti, proponendo ai potenziali turisti uno sconto del 15% sulle tariffe esposte sul web. Abbiamo già contattato tutte le strutture presenti a Licata, proponendo un’apposita convenzione per l’intera durata dell’anno Giubilare”.

“Visto che il 5 maggio è vicino, e molti pellegrini già chiedono informazioni per prenotare il loro soggiorno a Licata, chiediamo – concludono gli Stati Generali – ai titolari delle strutture ricettive di rispondere alla nostra mail entro domenica prossima, 16 febbraio. Riteniamo che il Giubileo di Sant’Angelo rappresenti, oltre ad un importante momento di devozione, una straordinaria opportunità per lo sviluppo turistico di Licata. Un’occasione da non perdere!”.

 

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*