Giovani imprese danneggiate dalla pandemia, la Regione stanzia 5 milioni di euro per sostenerle

Marianna Caronia

La Regione Siciliana mette a disposizione 5 milioni di euro per il sostegno alle imprese costituite in Sicilia poco prima dell’inizio della pandemia, la cui attività è stata limitata dal Covid.

“Questa la dotazione finanziaria complessiva – si legge in una nota -dell’avviso pubblico appena pubblicato dalla Regione in ottemperanza a quanto previsto dalla finanziaria del 2020 che, grazie ad un emendamento presentato da Marianna Caronia, aveva previsto contributi fino a 25.000 per queste imprese”.
“I beneficiari (soggetti economici che hanno avviato la propria attività fra il primo gennaio 2019 e il 31 dicembre 2020) potranno ottenere – si legge ancora nel comunicato – un finanziamento agevolato di importo compreso tra 10 e 25 mila euro, senza alcun interesse e da restituire in 4 anni senza garanzie di supporto. Può inoltre essere concesso un contributo a fondo perduto fino a 5 mila euro per interventi legati al contrasto dell’emergenza (acquisto dpi, sanificazione e messa in sicurezza sanitaria dei locali, ecc.)”.
Per Marianna Caronia è “una buona notizia per centinaia di imprese, soprattutto giovanili, finora in gran parte escluse da qualsiasi sostegno o ristoro. Un risultato che permetterà ad almeno 200 attività economiche siciliane di affrontare meglio questo difficile momento tutelando posti di lavoro e produttività”.
“Le pratiche saranno istruite dall’IRFIS, cui dovranno essere inoltrate le richieste con le modalità previste dall’avviso, che coinvolgono anche le associazioni di categoria che hanno un’apposita convenzione. Le domande – si conclude il documento – potranno essere presentate dal 12 ottobre all’11 novembre. Le domande sono selezionate sulla base della data di inizio attività risultante dal Registro delle Imprese. Le domande saranno collocate nella graduatoria partendo dalla data di inizio attività più antica, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*