“Esplode colpi di pistola a salve davanti ad una scuola”, denunciato licatese di 17 anni

Carabinieri

“Scene da far west, a Licata”.

E’ così che il comando provinciale dei carabinieri ricostruisce quanto accaduto qualche giorno fa a Licata.

“É stato un minorenne a far esplodere due colpi di pistola – a salve e priva di tappo rosso -, seminando – scrive l’Arma – un prevedibile panico tra i presenti in strada. Il ragazzo, diciassettenne, ha agito indisturbato – in pieno giorno, peraltro vicino alla scuola primaria “Angelo Parla” in via Montesano 26, in concomitanza dell’uscita degli scolari. Allarme e spavento per i genitori e per i bambini che hanno assistito alla scena”.

“Ad intervenire sul posto – si legge ancora nel comunicato stampa – i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Licata che hanno subito identificato il ragazzo e poi lo hanno, successivamente, denunciato in stato di libertà alla procura dei minori di Palermo poiché ritenuto responsabile del reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone. L’arma, dopo una perquisizione domiciliare, è stata rinvenuta e posta sotto sequestro insieme con gli ulteriori proiettili a salve detenuti dal 17enne”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*