E’ TUTTO VERO! Il Licata fa l’impresa e la storia: battuta per 2 – 0 la capolista Palermo

Licata - Palermo

E’ tutto vero, il Licata batte la capolista Palermo e fa la storia. A 30 anni di distanza dall’ultimo derby giocato al “Dino Liotta”, i gialloblù si impongono sui rosanero con un gol per tempo: D’Aniello nel primo e Convitto nel secondo tempo.

Il Licata tra l’8 ed il ‘9 batte ben tre calci d’angolo. Si tratta del preludio al gol, che arriva al ’10 con Gabriele D’Aniello, terzino, giovanissimo, palermitano doc. Il ragazzo segna un gol capolavoro, ed il “Liotta” impazzisce di gioia. D’Aniello rimedia un giallo perché si è tolto la maglia, ma poco importa. Ciò che interessa è che il Licata è in vantaggio sul Palermo!

Poco dopo gli ultras del Palermo, presenti in gradinata, srotolano uno striscione che commuove tutti: “Un Carnevale di grande dolore, la Sicilia piange Salvatore”, ovviamente rivolto al bambino morto due giorni fa al Carnevale di Sciacca. Tanti gli applausi.

Gioca sempre il Licata, con il Palermo che subisce e si innervosisce con il trascorrere dei minuti. Al ’38 Licata vicinissimo al raddoppio con Maltese che per un soffio non arriva a deviare in rete, a portiere battuto, la conclusione di Maltese.

Il Palermo non gira e forse paga il fatto che diversi titolari sono stati lasciati in panchina.

 

Quello che entra in campo nel secondo tempo è un altro Palermo. La capolista schiaccia il Licata e, a ripetizione, cerca la via del gol. Al ‘2 ed al ‘4 è il giovane Silipo ad andare vicinissimo al pari per il Palermo. La prima conclusione finisce fuori di poco, la seconda colpisce la traversa.

Al ’16 il portiere del Licata, Ingrassia, compie un vero e proprio miracolo sulla conclusione di Floriano da distanza ravvicinata, salvando la propria parte. Al ’25 ed al ’26 il Licata mette la testa fuori dalla propria metà campo e con Convitto sfiora il raddoppio.

Al ’28 Lancini, a portiere battuto, coglie in pieno la traversa. Al 31’ l’urlo per la rete di Lucca si strozza in gola ai tifosi del Palermo, visto che Maltese salva la propria porta. Sul rovesciamento di fronte Convitto calcia a lato.

Al ’34 la difesa del Palermo sbaglia è Convitto ne approfitta per segnare la rete del 2 – 0, grazie ad uno splendido pallonetto. Il Liotta “esplode” per la seconda volta, ma in questo caso, a 10 minuti dalla fine, c’è la certezza che l’impresa è possibile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*