Due trasferte, zero punti: il Licata perde anche a Biancavilla, era ora la crisi è dietro l’angolo

Marsala Licata

Il 2020, almeno finora, è da dimentica per il Licata. Oggi i gialloblù hanno rimediato la seconda sconfitta del nuovo anno, anno in cui i gialloblù non hanno ancora vinto. Hanno conquistato, infatti, un solo punto, frutto del pareggio interno con il Messina.

Primo tempo senza alcun sussulto. Nessuna delle due squadre, praticamente, tira in porta o le conclusioni di Biancavilla e Licata non impensieriscono il portiere avversario.

La ripresa comincia come era finito il primo tempo, senza troppe emozioni. Ma quando sembra che le due squadre vogliano accontentarsi del pareggio, i padroni segnalo la rete dell’1 – 0.

Al ’68, a causa di un errore di Doda a centrocampo, il Biancavilla passa in vantaggio. Il più veloce di tutti ad approfittare dell’errato disimpegno è Lucarelli, che serve Graziano, la cui conclusione a botta sicura viene solo smorzata da Ingrassia, ma con la passa che finisce per depositarsi in rete.

Al ’75 il Licata pareggia con Manfrè, l’arbitro convalida la rete, ma uno dei due guardalinee indica che, secondo lui, il giocatore che ha toccato per ultimo è in fuorigioco. Così l’arbitro annulla.

All’83, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il portiere del Biancavilla compie un vero e proprio miracolo sulla conclusione, da distanza ravvicinata, di Civilleri.

Allo scadere il Licata rimedia l’ennesima espulsione. Al ’94, infatti, viene espulso Diaby.

(Foto archivio) 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*