Domenica al “Dino Liotta” arriverà il Troina, per il Licata Calcio è già partita da ultima spiaggia

di William Vitali 

È un periodo nero per il Licata che, al “Dino Liotta”, cerca riscatto contro il Troina, per lasciarsi alle spalle le ultime deludenti uscite stagionali. 

Una crisi aperta, un mese fa, dalla sconfitta a domicilio col Savoia, prolungata dagli stop con Palermo e Messina, e palesata dalla disfatta di Giugliano, dove gli uomini di Campanella sono stati surclassati per larghi tratti del match, senza accennare una risposta di orgoglio.

La carestia in zona gol prosegue ed è stata parzialmente infranta, la scorsa settimana, da un lampo di Convitto, utile ad ammorbidire un passivo, già di per se, pesante.

Domenica, al “Dino Liotta”, dove si respira aria di contestazione di una curva spazientita dai recenti risultati, i gialloblù proveranno a rifarsi e ad uscire da questo momentaccio.

Di contro, l’avversario sarà dei più ostici, trattasi del Troina, secondo in classifica, dietro solo al Palermo, in striscia positiva da due giornate e che ha, in settimana, vissuto un importante avvicendamento societario con la nomina del nuovo presidente Alessandro Allegra.

Domenica, andrà in scena il revival della partita di inizio stagione, allora valida per la Coppa Italia, dove gli uomini di Campanella annichilirono la formazione ennese con un 3 – 0 senza repliche.

I gialloblù saranno chiamati a ripetere quella prestazione per non sprofondare sempre più in basso in una classifica che sta diventando deficitaria.

Per l’occasione, ci vorrà il sostegno di un pubblico intento a spingere al massimo sforzo le Aquile per novanta minuti. 

Arbitro della sfida Sfira di Pordenone.

Sarà rivincita rossoblù o doppietta gialloblù? La sentenza al campo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*