Domenica Licata si ferma per festeggiare Sant’Angelo, a mezzanotte i giochi pirotecnici

La processione dell'urna di Sant'Angelo nel santuario

Domenica 18 è la festa di Sant’Angelo, ricorrenza attesa da tutti, considerata la devozione che lega i licatesi al patrono della città. La processione dell’urna che contiene le spoglie mortali del martire carmelitano inizierà alle 20 nella chiesa patronale e si concluderà intorno all’1 del mattino.

La giornata sarà aperta dallo sparo di 21 colpi di cannone a salve e conclusa dai fuochi d’artificio.

Considerato che in entrambi i casi sarà interessato il modo di levante della darsena di Giummarella, il comandante del porto, tenente di vascello Fabrizio Pilogallo, ha emesso un’ordinanza con la quale vieta a chiunque di avvicinarsi, dalle 6 del mattino e dalle 20, nel raggio di 200 metri all’area interessata ai giochi pirotecnici ed allo sparo dei colpi di cannone a salve.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*