Da Roma a Lampedusa in kayak con la statua della Madonna di Loreto, oggi arriva a Licata

Il viaggio di Rabboni

E’ un viaggio incredibile quello che l’anconetano Roberto Rabboni ha deciso di intraprendere. Partito da Ostia il 28 giugno scorso, arriverà a Lampedusa nei prossimi giorni. Rabboni è partito con un kayak doppio ed insieme a lui viaggia una statua della Madonna di Loreto che, alla fine del viaggio, sarà consegnata a don Carmelo La Magra, parroco di Lampedusa.

L’iniziativa è nata per sensibilizzare tutti sui temi della migrazione. Per le 14 di oggi è atteso l’arrivo di Roberto Rabboni a Licata. Approderà, con il suo kayak, nel porto commerciale. Licata è una delle ultime tappe del viaggio.Da qui, infatti, salperà alla volta di Linosa che dista circa 90 miglia, navigabili in circa 36 ore. Le altre 28 miglia che dividono Linosa da Lampedusa, navigabili in circa 12 ore, saranno percorse il giorno seguente.

Le motivazioni del viaggio – si legge in una nota – sono molteplici: religiose: consegnare a Don Carmelo, parroco di Lampedusa l’immagine della Madonna di Loreto, che nel
2014 è partita dalla Santa Casa per raggiungere Papa Francesco. Da lì ripartire alla volta di Lampedusa per dare il benvenuto a tutte le persone che arrivano in terra italiana. Tutto questo utilizzando una imbarcazione minimalista come la canoa. Perché la Madonna di Loreto ha viaggiato: essendo partita dalla sua terra di origine, per arrivare poi a Loreto. Proprio come fanno tutti quelli che approdano a Lampedusa.
Perché crediamo che l’immagine della Madonna di Loreto raggiunge i cuori per sostenere l’animo portando speranza ed accoglienza. Ma anche motivazioni economiche: Rabboni consegnerà a don Carmelo un aiuto economico, pari a 2.000 euro, grazie alla collaborazione con la onlus “Il leone che ride”, di cui l’autore del viaggio è presidente”.

(Foto U Licatisi Fb) 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*