Covid, Pullara chiede un’indagine conoscitiva per verificare l’utilizzo del personale assunto

Medici combattono il Coronavirus

“Avviare un indagine conoscitiva in merito all’effettiva destinazione del personale sanitario reclutato per l’emergenza Covid”.

E’ la richiesta al presidente della Regione ed all’assessore regionale alla Salute, che arriva da Carmelo Pullara, capogruppo Popolari e Autonomisti all’Ars.

“Il decreto legge 9 marzo 2020, n. 14 – scrive Pullara -al fine di potenziare la rete di assistenza sanitaria per fronteggiare la pandemia Covid-19, ha autorizzato il reclutamento straordinario di medici, infermieri, operatori socio assistenziali ed altre figure. Nella nostra regione le aziende del servizio sanitario regionale hanno proceduto alla stipula dei contratti di lavoro a seguito di avvisi pubblici in coerenza al dettato normativo nazionale. Le procedure adottate erano strettamente legate a potenziare i servizi ospedalieri coerenti all’emergenza Covid. Ebbene risulterebbe che alcune Aziende – aggiunge il deputato regionale – abbiano utilizzato il personale assunto per l’emergenza covid, quindi a tal fine esclusivo, destinato per coprire necessità di altro tipo non strettamente legate alla pandemia”.

“Le procedure di reclutamento straordinario – aggiunge Pullara – siano esse a tempo indeterminato o a tempo determinato, devono trovare una corretta corresponsione con il principio autorizzativo. Se dovesse essere riscontrato che il personale assunto per l’emergenza sanitaria è stato invece distratto ad altri scopi, per essere utilizzato in servizi non strettamente legati all’emergenza si potrebbe palesare un percorso viziato. Pertanto ho chiesto al presidente della Regione e all’assessore alla Salute chiarimenti in merito all’effettiva destinazione del personale sanitario reclutato per l’emergenza Covid. In particolare ho chiesto di sapere – conclude Pullara -quali iniziative vorranno adottare per accertare il rispetto dei principi imposti dalla legge e se non sia opportuno avviare un’indagine conoscitiva tesa a comprendere se il modus operandi di talune Aziende sia corretto. Medesima richiesta farò pervenire alla sottocommissione di indagine sulla emergenza Covid da poco costituita come strumento della commissione salute di cui sono vice presidente”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*