Covid 19, il sindaco: “C’è un positivo al Comune, ho chiuso il palazzo e disposto la sanificazione”

Pino Galanti

Un dipendente del Comune di Licata è risultato positivo al tampone rapido per il Covid 19. Lo ha annunciato il sindaco Pino Galanti.

La positività dovrà essere confermata dal tampone molecolare, ma intanto il sindaco ha immediatamente chiuso il Palazzo di Città (sede del dipartimento Affari Generali, del gabinetto del sindaco e dell’aula consiliare), ha disposto la sanificazione ed insieme a tutto il personale in servizio negli uffici di piazza Progresso, proprio in questi momenti sta eseguendo il tampone nella tenda da campo allestita in via Panepinto. Si stanno sottoponendo ai tamponi, ovviamente, tutti gli assessori che compongono la giunta ed i consiglieri comunali che lo ritengono opportuno.

“Continuo ad essere in campo, rischiando in prima persona, per tutelare – sono le parole del sindaco Pino Galanti – i miei cittadini. La sanificazione degli uffici del Palazzo di Città è già in corso, ma per oggi il Comune resterà chiuso”.

“Ancora una volta – si legge in una nota – il primo cittadino di Licata ha agito con tempestività straordinaria per affrontare questo male serpeggiante che è il Covid 19. Nei giorni scorsi, tra le  altre misure, c’erano stati la chiusura del corso Argentina, luogo abituale di ritrovo dei giovani licatesi; il confronto con le forze dell’ordine per potenziare i controlli anti Covid; la sanificazione di tutte le scuole”.

“Ciò che mi preme sottolineare – conclude il sindaco Galanti – è che non vorrei che il mio sacrificio venisse vanificato dall’incoscienza di qualcuno. Stiamo combattendo una guerra contro un nemico subdolo, ma nessuno può permettersi imprudenze. Perciò restate a casa, uscite solo se è strettamente necessario, non create assembramenti, indossate sempre la mascherina. Insieme ce la faremo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*