Covid 19, il Comune ottiene 160.000 euro dal Miur per adeguare le classi dei plessi scolastici

Violetta Callea

Dal ministero della Pubblica Istruzione arrivano, al Comune di Licata, 160.000 euro per “interventi di adeguamento ed adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico, censiti nell’anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica, in conseguenza dell’emergenza Covid 19”.

Lo ha annunciato, in rappresentanza del sindaco Pino Galanti, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Violetta Callea.

“Si tratta – è il commento dell’assessore Callea – di finanziamenti prelevati dai fondi strutturali europei Programmazione 2014-2020. L’argomento è stato oggetto di incontro con i dirigenti scolastici, al fine di rendere più funzionali gli spazi e gli ambienti scolastici, attraverso la fornitura di arredi scolastici idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti in visto del rientro in classe a settembre”.

“L’amministrazione – aggiunge Callea – al fine di riaprire le scuole in sicurezza, nel rispetto delle linee guida redatte dal Miur assieme a Regioni ed enti locali, sta già lavorando anche per dare supporto ai dirigenti scolastici per organizzare gli spazi interni ed esterni, per evitare raggruppamenti o assembramenti e garantire ingressi, uscite, deflussi e distanziamenti adeguati in ogni fase della giornata scolastica, con l’importante supporto della polizia municipale”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*