Contenzioso sul porto turistico, il Cga dispone nuova verifica sull’importo degli oneri concessori

Il porto turistico

“Ove il costo delle opere di urbanizzazione dovesse risultare superiore alla somma di 6 milioni di euro, la società Iniziative Immobiliari spa nulla dovrà pagare nei confronti del Comune di Licata”.

A sostenerlo è l’avvocato Girolamo Rubino, che assiste la società in questione nel procedimento che, davanti al Consiglio di giustizia amministrativa oppone il Comune di Licata alla Iniziative Immobiliari spa.

Il contenzioso è relativo al fatto che il Comune chiede alla società in questione il pagamento di 6 milioni di euro come oneri concessori per la realizzazione del porto turistico “Marina di Cala del Sole” di Licata.

“Con apposita ordinanza istruttoria – scrive in una nota l’avvocato Rubino – il Consiglio di giustizia amministrativa, sostanzialmente accogliendo uno dei motivi opposti dalla difesa di Iniziative Immobiliari spa – aveva disposto una verificazione, onerando il dirigente generale del Dipartimento infrastrutture e mobilità dell’Assessorato regionale Infrastrutture e Mobilità della Regione Siciliana, Fulvio Bellomo, di stimare il valore delle ingenti opere di urbanizzazione edificate dalla Società, e rideterminare gli importi degli oneri concessori dovuti dalla società concessionaria previa deduzione dei costi di costruzione relativi alle opere di urbanizzazione primaria e/o secondaria. L’assessorato depositava una relazione che quantificava tali oneri nella somma di euro 7.204.890,36 oltre interessi legali”.

“L’avvocato Rubino, tuttavia, si opponeva a tale consulenza ricusando il verificatore – si legge ancora nel documento – e chiedendo l’espletamento di una nuova istruttoria da parte di un soggetto terzo. Con sentenza interlocutoria il Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana ha accolto le tesi della Società Iniziative Immobiliari spa, disponendo l’espletamento di una nuova istruttoria da parte di un Organismo Verificatore collegiale, composto dal Direttore della Direzione Urbanistica del Comune di Genova, con funzioni di coordinatore, dal Dirigente responsabile del Settore Urbanistica della Regione Liguria – Dipartimento territorio e ambiente, nonché da un professore ordinario, o associato, in possesso di specifica qualificazione, in servizio presso l’Università degli studi di Genova – Dipartimento di Ingegneria civile oppure presso altro Dipartimento ritenuto maggiormente attinente alla tipologia di compito da svolgere, designato dal Rettore dell’Università medesima”.

“Inoltre, con la sentenza il Cga ha anche espressamente accolto il motivo proposto dalla Società Iniziative Immobiliari spa, con cui si sosteneva che il costo delle opere di urbanizzazione deve essere sottratto dall’importo degli oneri concessori. Per effetto di tale statuizione, ove il costo delle opere di urbanizzazione dovesse risultare superiore alla somma 6 milioni di euro – conclude Rubino – la società nulla dovrà pagare nei confronti del Comune di Licata”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*