Clean Up Day, sabato i volontari ripuliranno dalle erbacce i quartieri San Paolo e San Calogero

Clean Up Day

“Tutti i mari che coprono la superficie terrestre sono diventati una poltiglia di rifiuti che sta causando una catastrofe ecologica di proporzioni immani. Spesso, viene denunciato tale “malaffare”, ma sfortunatamente, sono ancora poche le azioni effettuate per limitare il disastro ambientale in atto. Ogni giorno, solo in Italia, consumiamo circa 6 mila tonnellate di plastica, che non vengono smaltite a dovere, diventando dei rifiuti che si disperdono nel Mar Mediterraneo”.

E’ questo il pensiero degli organizzatori di Clean Up Day, manifestazione che si ripete ogni anno e grazie alla quale i volontari, oltre a ripulire alcune aree pubbliche, sensibilizzano al rispetto dell’ambiente.

A Licata l’appuntamento è per sabato 18 maggio e le zone che saranno ripulite, soprattutto da sterpi ed erbacce, sono i quartieri San Calogero e San Paolo. L’iniziativa è a cura dell’associazione Qanat, della Pro Civis, del Wwf o.a. Sicilia Area Mediterranea, dell’Unità di parrocchie Santa Maria, San Paolo e Cotturo e del Comitato San Calogero. L’appuntamento, per tutti coloro i quali volessero partecipare, è per le 10 del 18 maggio davanti il plesso “Profumo”, nel quartiere San Calogero.

L’altro centro dell’agrigentino in cui sarà eseguita la pulizia è Porto Empedocle, dove i volontari, dalle 9 del mattino in poi, ripuliranno la spiaggia della Pilaia, nei pressi della torre San Carlo.

“Si deve tener conto – aggiungono gli organizzatori – che oltre a inquinare, la plastica è dannosa per l’essere vivente in quanto le microplastiche entrano nella catena alimentare, danneggiano l’organismo. Il problema dei rifiuti di ogni tipo, unito a quello dei cambiamenti climatici, alla cattiva gestione delle risorse naturali, alla desertificazione etc…ci fa comprendere che è ora di prendere in mano la situazione e occuparci seriamente di quel che sta portando alla distruzione di tutti gli ecosistemi”.

“La Sicilia, con un territorio vasto e particolarmente ammirato per le meraviglie naturali presenti, ha deciso di unirsi, grazie a varie associazioni che si occupano di tutela del territorio e dell’ambiente, organizzando per il 18 maggio 2019, una giornata collettiva – aggiungono gli organizzatori – di pulizia che avverrà in contemporanea in varie città della regione. In qualità di movimenti spontanei, liberi, apolitici e apartitici invitiamo tutta la popolazione siciliana a partecipare per il semplice piacere di far risplendere il nostro patrimonio ambientale. Non verranno accettati scopi politici o con fine di lucro, bandiere politiche o candidati politici che possano strumentalizzare la manifestazione, in virtù della campagna elettorale in atto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*