Cento anni fa finiva la Prima Guerra Mondiale, i caduti licatesi furono 243: ecco alcune storie

Prima guerra mondiale

Esattamente cento anni finiva la “Grande Guerra”, il primo conflitto mondiale che venne combattuto tra il 1915 ed il 1918. Le vittime furono milioni ed anche Licata diede il proprio contributo di vite umane. Nella prima guerra mondiale, infatti, perirono ben 243 giovani licatesi.

In occasione dei 100 anni del conflitto il Fondo Librario Antico, guidato da Angelo Mazzerbo, ha ricostruito le storie dei licatesi caduti e stasera ha pubblicato un post su Facebook che racconta quei giorni. Il post contiene parte della documentazione recuperata tra le “carte” del Fondo Librario Antico.

“Anche noi – scrive il Fondo – vogliamo dare un piccolo contributo alle celebrazioni per il centenario dal 1918, anno della vittoria italiana alla fine della Prima Guerra Mondiale. Perciò pubblichiamo queste immagini: “il monumento dedicato alla vittoria e ai caduti licatesi collocato in piazza Progresso di fronte al palazzo di Città, opera di Cosimo Sorgi. (foto Carità). Il biglietto di invito all’inaugurazione (24 Maggio 1923) del monumento (il numero dei caduti e dei dispersi sarà aggiornato negli anni successivi). Tra i componenti della commissione organizzatrice dell’inaugurazione del monumento figura anche il capo stazione Gaetano Quasimodo, trasferitosi a Licata assieme alla famiglia nel 1919. E’ il papà del premio nobel per la letteratura (1959) Salvatore Quasimodo. Giornale di Sicilia (Palermo) del 28-29 Settembre 1916. Articolo sul Maggiore Girolamo La Villa, licatese caduto al fronte. Il Piccolo (periodico – Palermo) del 5 Ottobre 1916. Articolo sul Maggiore Girolamo La Villa. L’Avvisatore (periodico – Palermo) del 30 Settembre 1916.
Articolo sul Maggiore Girolamo La Villa. L’Ora (Palermo) del 21-22 Agosto 1915. Articolo di Carmelo Ripellino (licatese) su alcuni caduti in guerra, tra cui il sergente Domenico Schembri di Licata”.

Inoltre il Fondo Librario Antico pubblica: “L’Ora (Palermo) del 1-2 Aprile 1916. Articolo sul Sottotenente Andrea Mangione, licatese caduto al fronte. E’ stata pubblicata anche la lettera inviata al papà. La Tribuna (periodico) immagine (evidenziata) del licatese Girolamo La Villa. L’Ora (Palermo). Articolo di Carmelo Ripellino (licatese) sul Sottotenente Giovan Battista Sapio Urso, licatese morto in combattimento. Notizie sul Sottotenente licatese, Prof. Santi Buoni (medaglia d’argento al valore). Dispaccio del ministero della guerra, copia dattiloscritta della lapide realizzata a Padova dai docenti di tutte le scuole medie e una sua immagine. Attività benefiche organizzate a Licata per i figli dei combattenti. Alcune statistiche tratte dall’Albo D’oro dei militari caduti nella prima Guerra Mondiale. Ecco il link in formato elettronico per la ricerca dei nominativi sull’albo: http://www.cadutigrandeguerra.it/CercaNome.aspx. Manifesto del 3 Giugno 1915, pubblicato a Licata, riguardante la cura delle famiglie dei combattenti. L’elenco completo dei militari licatesi caduti e dispersi”.

(Foto Fondo Librario Antico Licata) 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*