“C’è un vizio di forma”, salta il collaudo del “Re Grillo”: il teatro comunale di Licata resta chiuso

Il teatro Re Grillo

Per un “vizio di forma” salta il collaudo del teatro comunale “Re Grillo” di Licata che, di conseguenza, rimane chiuso.

Per stamani era in programma la riunione della Commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli. E la riunione, presieduta dal commissario straordinario del Comune, Maria Grazia Brandara, c’è stata, ma senza esito.

“La Commissione – spiega infatti il Comune – riunita per procedere al collaudo e rilascio dell’autorizzazione per la riapertura del teatro comunale, ha deciso il rinvio delle operazioni a causa di un vizio di forma”.

Il Comune, nella nota diffusa, non spiega di che tipo di vizio di forma si tratta, non dice cioè che cosa ha impedito all’organismo riunitosi appositamente di autorizzare la riapertura del teatro.

Secondo il commissario Brandara, però, la riapertura del “Re Grillo” è rinviata solo di poco.  

“Questione di pochi giorni – scrive Brandara nel documento del Comune –  e l’importante struttura sarà sottoposta a collaudo necessario all’autorizzazione alla riapertura al pubblico della stessa. Il tutto al fine di procedere nel pieno rispetto delle norme che disciplinano la materia e delle procedure previste dalle stesse”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*