Castrovillari di scena al “Dino Liotta”, il Licata cerca conferme per avvicinare la vetta

Giovanni Campanella

di William Vitali

Reduce dal colpaccio esterno sul campo del Sant’Agata, il Licata vuole dare continuità di risultati al “Dino Liotta” contro il Castrovillari, nell’ultima giornata del girone di andata. 

Il successo dello scorso turno ha permesso ai gialloblù di interrompere il digiuno di vittorie in trasferta lungo quindici mesi e, al contempo, di consolidare la quinta posizione in classifica, irrompendo di fatto in piena zona playoff. Una reazione da grande squadra quella degli uomini di Campanella che, dopo il brutto ko col Rende, si sono compattati attorno ai loro leader, rispondendo alle critiche con due prestazioni convincenti. 

Per allungare la mini-striscia positiva occorrerà battere il Castrovillari, sei lunghezze distante dal Licata, ma con ben tre gare in meno rispetto ai gialloblù, che nell’ultimo precedente contro la formazione calabrese sono incappati in un amaro ko per 2-0 al “Mimmo Rende”.

Nel corso della settimana, ha salutato il Licata l’ormai ex centrocampista Baglione, al termine di un’effimera esperienza durata poco più di due mesi, mentre non è andata in porto la trattativa tra l’Acr Messina e Civilleri, col club peloritano che, secondo le ultime indiscrezioni di mercato, è già pronto a tornare all’assalto del mediano al servizio di Campanella.

Nella sfida di domani al “Dino Liotta” per la prima volta a dirigere una gara dei gialloblù ci sarà una donna, la signora Graziella Pirriatore della sezione di Bologna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*