Cambia l’organizzazione delle cure domiciliari, Pullara: “Salvaguardare i posti di lavoro”

Carmelo Pullara

Carmelo Pullara, capogruppo all’Ars di Autonomisti e Popolari, ha presentato un’interrogazione parlamentare urgente all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, sul prossimo cambiamento dell’organizzazione delle cure domiciliari.

“Entro il mese di dicembre – scrive Pullara – cambierà l’organizzazione delle cure domiciliari con un nuovo sistema di accreditamento dei gestori. Ma nelle more della definizione dei requisiti di accreditamento, diversi gestori di servizio, cooperative o società private, stanno procedendo, se non lo hanno già fatto, a cambi di personale socio-sanitario e infermieristico. Tale azione non è da considerarsi appropriata e neanche coerente con i vincoli contrattuali stabiliti con il Servizio Sanitario Regionale. Né è tollerabile che in un periodo transitorio, in attesa dell’emanazione delle nuove linee guida, si possa stravolgere l’impianto occupazionale, visto che lo stesso servizio continua ad essere svolto dai medesimi gestori”.

“Per tali motivi – aggiunge il deputato licatese – ho inoltrato un’interrogazione urgente all’assessore alla Salute, Razza, perché diffidi i gestori del servizio, anche ai fini dell’accreditamento, procedendo, se necessario, con una denuncia all’Autorità Giudiziaria, perché preveda nelle Linee guida di accreditamento la salvaguardia occupazionale dei livelli registrati alla data di emanazione della Circolare n.8 del 12 giugno 2019 (divieto di indizione di nuove procedure di gara per le cure domiciliari), e  – conclude Pullara – di richiamare i gestori al rispetto degli obblighi contrattuali, nonché al mantenimento dei livelli occupazionali dichiarati all’atto dell’aggiudicazione del servizio”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*