Borse di studio e rimborsi per i libri di testo, il Comune liquida le spettanze arretrate

Libri di testo

Via libera, da parte del Comune, al pagamento delle spettanze scolastiche in precedenza non ritirate dai genitori.

Lo ha annunciato il responsabile del servizio istituito presso l’Ufficio di Pubblica Istruzione, “a seguito delle segnalazioni ricevute – scrive il Comune – dalla stessa banca San Francesco, tesoreria dell’ente”.

“In particolare si tratta – aggiunge il Comune – dei rimborsi per l’acquisto dei libri di testo, degli alunni delle scuole medie inferiori e superiori, relativi agli anni scolastici 2015 – 2016 e 2016-2017; spettanze dovute per borse di studio per gli alunni delle scuole elementari e medie relative agli anni 2012 -2013 e 2013- 2014; rimborsi relativi a somme anticipate dalle famiglie per la compartecipazione al pagamento della retta e della mensa per i bambini delle sezioni primavera (scuole paritarie) e della sola retta per le scuole materne (scuole pubbliche)”.

“Si ribadisce – conclude l’ente – che coloro i quali già hanno ritirato le suddette spettanze relative agli anni indicati non dovranno recarsi alla tesoreria comunale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*