Bollette idriche, il Comune: “Gli arretrati antecedenti al gennaio 2019 non sono dovuti”

Acqua del rubinetto

“Qualora in bolletta figurassero importi riferibili ad arretrati relativi ad anni antecedenti il 2019, essi, non sono dovuti e quindi occorre rivolgersi agli uffici ex Girgenti Acque di via Giarretta per richiedere la correzione e la nuova emissione delle bollette corrette”.

Lo annuncia il Comune, in relazione alle bollette idriche che in questi giorni sono state ricevute da molti licatesi.

“L’amministrazione comunale, fin da subito, si è attivata interfacciandosi con la Gestione Commissariale dell’Ambito Ag9 (ex Girgenti Acque), verificando – scrive ancora il Comune – che le bollette sono in linea con quanto aveva deliberato l’Assemblea Territoriale Idrica della provincia di Agrigento, stabilendo, nello specifico, l’applicazione della nuova metodologia di calcolo con gli arretrati a partire dal primo gennaio 2019, T.i.c.s.i. (Testo Integrato Corrispettivi Servizi Idrici), così come imposto da A.R.E.R.A. (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) con delibera 665/2017 del 28 settembre 2017”.

1 Comment

  1. Ma secondo voi è leggittimo che un ente delibera di rivedere le tariffe in aumento con effetto retroattivo?
    Allora potrebbe farlo anche l’Enel, o chi fornisce gas.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*