Beni confiscati alla mafia, il Comune: “C’è tempo fino al 31 dicembre per chiederne la gestione”

Il municipio di Licata

C’è tempo fino al prossimo 31 dicembre per presentare, al Comune, la domanda per ottenere la concessione gratuita degli immobili confiscati alla mafia, per poi utilizzarli per fini sociali.

Lo ha annunciato il Comune, rendendo noto che la proroga è stata concessa da Vincenzo Ortega, dirigente del dipartimento Area Tecnica – Lavori Pubblici e Servizi Ambientali.

“Si tratta di un patrimonio – scrive l’ente – composto da 33 terreni e un magazzino categoria D/7. Il termine ultimo entro il quale gli interessati  dovranno dovranno presentare la richiesta di partecipazione è stato fissato alle ore 13,00 del 31 Dicembre 2020”.

“Ai sensi della normativa che disciplina la materia – aggiunge il Comune -possono avanzare istanza le comunità, anche  giovanili, enti e associazioni maggiormente rappresentative degli enti locali, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, comunità terapeutiche e centri di recupero e cura di tossicodipendenti, associazioni di protezione ambientale riconosciute. L’istanza dovrà contenere un  apposito progetto per l’assegnazione, copia del documento d’identità dell’istante, ed indirizzare tutto al Comune – Ufficio protocollo – Piazza Progresso 10, entro il termine sopra indicato. I progetti pervenuti saranno valutati da un’apposita Commissione nominata dall’Amministrazione comunale secondo i punteggi indicati nell’apposito avviso”.

“Infine si fa presente – conclude l’ente – che il bando integrale si trova affisso all’Albo pretorio del Comune, presso gli uffici  URP di Piazza Matteotti, Patrimonio di Corso Vitt. Emanuele (edificio teatro comunale) e sul sito Internet dell’Ente all’indirizzo http://www.comune.licata.ag.it  e che il provvedimento amministrativo con il quale è stato adottato il bando è  costituito dalla determina dirigenziale  n°  153 del 27 luglio 2020”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*