Ok al Riequilibrio, sindaco e maggioranza: “Scongiurato il dissesto, avrebbe affamato le imprese”

Consiglio comunale

Il consiglio comunale di Licata ha approvato, ieri sera, il Piano di Riequilibrio.

Sulla questione intervengono il sindaco Pino Galanti, la giunta ed i consiglieri di maggioranza, sostenendo che “si tratta di uno strumento fondamentale per “mettere a posto” i conti del Comune, che scongiura il  dissesto finanziario che avrebbe comportato, come prima conseguenza, la riduzione al 30% dei crediti che le imprese vantano nei confronti dell’ente, di fatto affamandole”.

“E’ giusto fare chiarezza – dicono il sindaco Pino Galanti, i componenti la giunta ed i consiglieri di maggioranza – sulla questione, anche sulla scorta di informazioni sbagliate fatte circolare da consiglieri di opposizione, con il solo scopo di screditare l’azione dell’amministrazione comunale. Intanto il Piano di Riequilibrio è l’unica soluzione per rimediare a 20 anni di spese fuori controllo. Scongiuriamo il dissesto finanziario che avrebbe comportato gravi conseguenze per tutta la popolazione ed in particolar modo per le imprese. Ricordiamo, inoltre, che abbiamo “tagliato” del 25 per cento le indennità degli amministratori del Comune e tutte le spese di rappresentanza”.

“E’ assolutamente falso – aggiungono gli amministratori – quanto sostenuto da 7 consiglieri di opposizione nel comunicato stampa diffuso ieri: per i cittadini non c’è alcun aumento di imposte pari a 300 euro pro capite. Tra i consiglieri di opposizione c’è chi, essendo stato amministratore, ha provato, senza riuscirci, a portare avanti il Piano di Riequilibrio. Ora, invece, non si presentano in aula e, di fatto, si voltano dall’altra parte, tradendo il mandato ricevuto dai cittadini”.

“Possiamo tranquillamente affermare – concludono il sindaco Galanti, la giunta e la maggioranza consiliare – che per la prima volta un’amministrazione comunale sta tentando di ripianare gli errori finanziari del passato, dimostrando visione gestionale e responsabilità politica. Ci è stato consegnato un ente in condizioni finanziarie disastrose, aggravate dalla pandemia. Sarebbe, dunque, il caso che maggioranza e opposizione lavorassero insieme, in maniera sinergica, per scongiurare ad ogni costo il dissesto finanziario, il cui spettro, purtroppo, continuerà ad aleggiare. Pertanto, ringraziamo i consiglieri di opposizione presenti, che hanno voluto partecipare al dibattito democratico nell’interesse della città, e che auspichiamo possano essere sempre più partecipi di tutto ciò che facciamo sempre nell’interesse della città”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*