Anziano chiama la polizia: “Non ho nulla da mangiare”. Gli agenti gli fanno la spesa

La polizia fa la spesa

Un anziano agrigentino ha trovato nei poliziotti dei veri e propri “angeli custodi”.

L’uomo, secondo quanto reso noto dalla Questura di Agrigento, ha chiamato la sala operativa della polizia dicendo di vivere da solo e, dopo aver pagato bollette e affitto della casa, di essere rimasto senza risorse per fare la spesa.

La polizia non ci ha pensato due volte, ha raggiunto un supermercato, ha fatto la spesa ed ha riempito la dispensa dell’anziano.

“Nel primo pomeriggio del 12 Agosto scorso – scrive la Questura – sulla linea 112 N.U.E., perveniva una chiamata da parte di una persona anziana residente nel centro storico della città di Agrigento, che in preda in allo sconforto raccontava all’Operatore C.O.T. di vivere da solo e di versare in condizioni economiche precarie a causa della esiguità della pensione percepita. Lo stesso riferiva infatti di essere riuscito a pagare soltanto le utenze e l’affitto di casa. L’anziano riferiva di non aver potuto nemmeno soddisfare, nei cinque giorni precedenti, le proprie minime necessità di vita, quali mangiare e bere”.”

L’operatore C.O.T., raccolta la richiesta di aiuto dell’anziano, lo rincuorava – aggiunge la Questura – rassicurandolo e garantendogli l’intervento della Polizia di Stato. Immediatamente il Personale della Sezione Volanti si recava presso un supermercato cittadino dove provvedeva ad acquistare beni di prima necessità (acqua, pane, pasta, latte, scatolame vario e altro), in ciò supportati anche dal gestore del supermercato che, avendo apprezzato la bontà dell’iniziativa, contribuiva fornendo gratuitamente alcune derrate alimentari”.

“Poco dopo, gli Agenti delle Volanti, con tutta la spesa acquistata, si recavano – conclude la Questura – presso l’abitazione dell’anziano che visibilmente emozionato ringraziava per l’immediato aiuto ricevuto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*