Angelo Biondi: “Pronto a dare un contributo di idee, ma non sono candidato a sindaco”

Angelo Biondi

Le elezioni amministrative sono ancora molto lontane. La legislatura in corso, a Licata, scadrà soltanto nel mese di giugno del 2023, perciò mancano quasi due anni al ritorno alle urne.

Eppure negli ambienti politici licatesi si registra, è innegabile, del fermento. Si sussurrano nomi di candidati a sindaco, si parla di possibili alleanze, dei confronti tra esponenti dei partiti o della società civile sono stati già avviati.

Negli ulti giorni, considerate anche le sue ripetute prese di posizioni, con riguardo soprattutto alla progettualità del Comune in relazione ad alcuni bandi pubblici, insistenti si sono fatte le voci secondo le quali l’ex sindaco Angelo Biondi starebbe accarezzando l’idea di riprovare la scalata a Palazzo delle Aquile, a tornare a candidarsi a sindaco insomma.

Ad intervenire sulla questione, stasera, è lo stesso Biondi.

“Intendo subito sgomberare il campo – ha dichiarato Angelo Biondi – e fare chiarezza: io non sono e non sarò candidato a sindaco, questo deve essere chiaro. Senza tema di smentita credo di poter dire di non avere mai fatto mancare, come uomo politico e cittadino, il mio contributo di idee al dibattito sulla città, perciò mi ha sorpreso non poco sentire che starei lavorando ad una nuova candidatura a sindaco”.

Biondi, dunque, è categorico.

“Sono pronto, e nel tempo l’ho detto anche al sindaco attualmente in carica Pino Galanti – ribadisce Angelo Biondi – a continuare a dare il mio contributo di esperienza e di idee, nel solo interesse della collettività. Ed è in questo senso che vanno interpretate le mie recenti prese di posizione. Lo ribadisco: non ho alcuna intenzione di candidarmi a sindaco di Licata”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*