Ancora un’intimidazione a Licata: 5 colpi di fucile esplosi contro la casa di un autotrasportatore

Controlli dei carabinieri

Sono i carabinieri della compagnia cittadina ad indagare sull’ennesima intimidazione di questi ultimi tempi a Licata.

All’alba di ieri, secondo la ricostruzione degli investigatori, qualcuno ha esploso ben cinque colpi di fucile contro il portone di ingresso di uno stabile di via Monfalcone in cui abita un autotrasportatore di 50 anni. Pare che i colpi siano stati uditi dall’uomo che, per scoprire l’accaduto, è sceso immediatamente in strada, ma non c’era più nessuno. Gli autori dell’intimidazione si erano dileguati.

L’autotrasportatore ha dato l’allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia cittadina, compresi quelli della scientifica, per eseguire i rilievi di rito. Il proprietario dell’abitazione è stato già sentito ed è probabile che nelle prossime ore i carabinieri sentiranno anche altre persone.

Inoltre gli investigatori stanno provando a verificare se in via Monfalcone, nei pressi dell’abitazione del camionista licatese, ci siano delle telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver ripreso l’accaduto. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*