“Aggredì i vigili urbani”, finisce ai domiciliari

Una gazzella dei carabinieri

Un licatese di 39 anni, Giuseppe Domenico Angelo Lanzino, è stato posto ai domiciliari dai carabinieri della compagnia cittadina, coordinati dal capitano Marco Currao.

I militari hanno eseguito un’ordinanza firmata dal Gip del Tribunale di Agrigento.

Secondo l’accusa il giovane, in occasione di un controllo eseguito su quanti vendono prodotti alimentari agli angoli della strada, avrebbe prima opposto resistenza e poi aggredito due agenti della polizia municipale. In seguito all’accaduto i vigili urbani avevano presentato una denuncia ai carabinieri e questi ultimi avevano avviato le indagini per ricostruire i fatti. Poi avevano trasmesso una segnalazione ai magistrati della procura di Agrigento. Il Pm ha chiesto la misura dei domiciliari ed il Gip l’ha emessa. Ieri sera i carabinieri si sono presentati nell’abitazione dell’uomo e gli hanno notificato il provvedimento. Ad Angelo Domenico Savio Lanzino è stato applicato il braccialetto elettronico. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*