Abusivismo edilizio: il Comune ha ordinato la demolizione di altri tre immobili

Demolizioni

Condividi

Tocca quota 38, dall’inizio dell’anno, il numero delle ordinanze di demolizione firmate dal dipartimento Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune. Il dipartimento Urbanistica e Lavori Pubblici, infatti, ha appena disposto l’abbattimento di altri tre immobili.

Il mese di agosto, tra l’altro, si caratterizza come uno di quelli in cui, nel 2017, maggiore è stato il numero di ordinanze di demolizione firmate. Evidentemente, dunque, l’abusivismo edilizio non si concede pause nemmeno nei periodi in cui, di solito, la gente va in ferie.

I tre provvedimenti sono stati notificati ai diretti interessati, quindi già decorrono i 90 giorni a loro disposizione per demolire quanto hanno costruito in assenza di concessione edilizia o, comunque, in difformità rispetto al progetto che avevano presentato al Comune ed era stato autorizzato. La prassi è sempre la stessa: in caso di inottemperanza i fabbricati verrebbero acquisiti al patrimonio del Comune e dovrebbe essere l’ente, successivamente, a sobbarcarsi l’onere delle demolizioni.

Come è noto dal 20 aprile del 2016 ad oggi sono già 72 le villette al mare, costruite entro i 150 metri dalla battigia, demolite dal Comune o dagli stessi, ex proprietari.   

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*